Questa dura malattia colpisce una persona su nove sopra i 65 anni. La malattia di Alzheimer (AD) è una malattia neurodegenerativa che cau...

Le fasi dell'Alzheimer: come riconoscerle?

Questa dura malattia colpisce una persona su nove sopra i 65 anni.



La malattia di Alzheimer (AD) è una malattia neurodegenerativa che causa problemi comportamentali e deterioramento cognitivo. È la forma più comune di demenza in cui si verificano perdite di memoria, poiché diverse aree del cervello (correlate a diverse capacità mentali) sono atrofizzate a causa della progressiva morte dei neuroni e della perdita di tessuto in tutto il cervello.



Il cervello di una persona che soffre di Alzheimer subisce diversi cambiamenti che influenzano il loro modo di pensare e agire. Ad esempio, le due aree che subiscono la maggiore contrazione sono la corteccia e l'ippocampo. Il restringimento della corteccia danneggia le aree del cervello responsabili del pensiero, della pianificazione e del ricordo. Inoltre, l'ippocampo svolge un ruolo molto importante nella formazione di nuovi ricordi. Pertanto, uno dei sintomi più chiari di questa malattia è l'incapacità di generare e acquisire nuovi ricordi.



Quali sono le fasi dell'Alzheimer?



Essendo una malattia progressiva che peggiora nel tempo, le capacità della persona che ne soffre subiscono una modifica man mano che la malattia progredisce. Ci sono sette fasi definite dagli esperti, anche se dobbiamo tenere a mente che i sintomi possono variare da persona a persona. In generale, le fasi principali sono le seguenti:



1. Durante la prima fase, la persona ha un normale funzionamento cognitivo, nessun problema di memoria e i medici non osservano i sintomi.



2.In il secondo stadio ci sono piccoli errori di memoria a causa di un declino cognitivo piuttosto lieve. Oblivioni legate al nome di oggetti che sono familiari e il luogo in cui sono collocati o con le parole conosciute dalla persona possono verificarsi. Questi sintomi non influenzano la tua capacità di interagire con familiari, amici o colleghi di lavoro.



3. Il terzo stadio è chiamato stadio iniziale dell'Alzheimer, perché i sintomi della malattia iniziano ad essere evidenti da persone vicine alla persona che soffre. In questa fase c'è un leggero declino cognitivo, in cui ci sono maggiori difficoltà di conservazione, pianificazione, organizzazione e memoria. Di solito hanno problemi a ricordare i nomi delle persone che hanno appena incontrato o le parole per nominare qualche oggetto, possono perdersi quando viaggiano in un posto che già conoscono, difficoltà nell'eseguire compiti di lavoro, problemi di concentrazione, ecc.



anciano reflexivo Nella terza fase, i sintomi di questa malattia iniziano a essere evidenti per le persone vicine al paziente



4.Durante la quarta fase, la persona sperimenta un compromissione cognitiva moderata , che causa la perdita di memoria degli eventi recenti e della loro storia personale, maggiori difficoltà di organizzazione e pianificazione (viaggi, pasti, pagamento di bollette, gestire i soldi, ecc.). Le persone che attraversano questa fase di solito entrano in una fase di rifiuto, evitando situazioni in cui sono coinvolte la loro capacità di memoria e di ritenzione.



5.Nel stadio medio o moderato della malattia, c'è un declino cognitivo moderatamente grave, i cui sintomi iniziano a rendere la persona dipendente perché il loro linguaggio, orientamento e problemi di memoria influenzano la loro autonomia personale. Le persone che attraversano questo stadio non sono in grado di ricordare i loro dati personali come dove vivono, il loro telefono, ecc., Anche se possono ancora ricordare alcune importanti informazioni sulla loro famiglia o loro stessi. Inoltre, le confusioni appaiono nei giorni della settimana o nel luogo in cui si trovano. Tuttavia, sono persone indipendenti che si nutrono o usano il bagno.



6. Il deterioramento cognitivo inizia a peggiorare nel sesto stadio. La grave diminuzione delle capacità cognitive può produrre importanti cambiamenti nella personalità, ed è allora che le persone che attraversano questa fase difficile hanno bisogno dell'aiuto di altre persone per svolgere le attività quotidiane. In generale, queste persone di solito ricordano i loro nomi, anche se perdono conoscenza e hanno difficoltà a ricordare ricordi di esperienze, eventi recenti e il loro ambiente. Di solito hanno bisogno di aiuto per vestirsi, andare in bagno e mantenere un'igiene corretta. Appaiono false credenze o comportamenti ripetitivi e compulsivi. Inoltre, il ciclo del sonno è alterato.



7. Nel stadio grave o tardivo della malattia di Alzheimer, le persone soffrono di un declino cognitivo molto grave. Pertanto, non sono in grado di rispondere alla stimolazione esterna offerta dal loro ambiente. Nuovi ricordi sono impossibili da assimilare. Inoltre, hanno difficoltà nel parlare e nel controllo motorio, sebbene possano ancora pronunciare parole o frasi brevi. A causa dell'affetto nelle capacità più elementari, queste persone hanno bisogno di aiuto per quasi tutto. Possono perdere la capacità di sorridere, deglutire, sedersi senza supporto o tenere la testa.



Che cosa possiamo fare per prevenire o mitigare la progressione della malattia?



L'Alzheimer è una malattia che colpisce una persona su nove oltre i 65 anni. Oltre all'assenza di una cura, ci sono una serie di fattori di rischio che possono portare alla progressione di questa malattia. Pertanto, è importante considerare le seguenti raccomandazioni per cercare di prevenire l'insorgenza o la progressione di questa malattia:



- Esercizio per abbassare la pressione sanguigna ed evitare lo stress.



- Effettuare una dieta sana che eviti i grassi saturi in eccesso e aumenta l'assunzione di alimenti antiossidanti, ricchi di vitamine e omega-3.



- Stimula la tua mente con nuovi apprendimenti. Gli esperti suggeriscono che la stimolazione cerebrale è un buon modo per combattere la demenza senile e l'Alzheimer. Puoi svolgere semplici attività come puzzle, cruciverba, enigmi o un po 'più complessi, come imparare una nuova lingua o suonare uno strumento musicale.



- Soggiare in un ambiente familiare caldo e felice è uno dei fattori più importanti per alleviare questa malattia.



- Socializzare con gli amici, con nuove persone o partecipare a gruppi che svolgono attività confortanti è un'altra chiave per prevenire questa malattia.



Che cosa possiamo fare per aiutare se siamo familiari di una persona che soffre di questa malattia?



L'Alzheimer è una malattia che colpisce non solo la persona che ne soffre, ma anche l'ambiente che circonda. Per questo motivo, è importante sapere come possiamo aiutare e come dobbiamo aiutare ad alleviare la sofferenza.



- Accetta la nuova realtà: è necessario che tutti accettino i limiti di avere un parente con l'Alzheimer. Una volta assunto, la frustrazione verrà ridotta e la ricerca di strategie alternative sarà più efficace.



: fornisce informazioni sul tuo ambiente: è importante non modificare le routine o le pianificazioni. Dovrebbe fornire strumenti come orologi, calendari, ecc. in modo che l'ammalato possa localizzarsi e situarsi quando ha un errore. In questo modo, ti sentirai meno dipendente dalla famiglia.



descripcion È importante essere pazienti con le persone con Alzheimer



- Pazienza: con il progredire della malattia, Più attenzione avrà bisogno della persona, quindi è importante non perdere i nervi. In questo caso, le routine e le semplici auto-istruzioni nelle attività quotidiane, come il bagno, la vestizione, l'alimentazione, ecc., Sono molto importanti.



- Comunicazione empatico: come accennato in precedenza la persona che soffre di questa malattia hanno difficoltà a comunicare, quindi, i parenti dovrebbero essere prese con calma tenta di parlare con la persona interessata, fornendo assistenza senza interrompere il discorso.



in generale, le persone e le famiglie che passano attraverso questa terribile malattia soffrono molto, soprattutto all'inizio, a causa di ignoranza su come agire in ogni momento. La cosa più importante è continuare con l'armonia familiare, evitando lo stress che può portare alla malattia. L'affetto, l'affetto e l'amore dei propri cari sono essenziali per le persone che soffrono di Alzheimer.